Biomeccanica e la perfetta posizione in sella

Le leggi della fisica, unite a quelle biologiche e cinetiche dell’uomo, regolamentano il posizionamento in sella e la biomeccanica. Si tratta infatti di discipline applicate al mondo del ciclismo che permettono ad atleti professionisti e ad appassionati di migliorare le proprie prestazioni e, più propriamente, ottimizzare il proprio movimento atletico, a beneficio anche della propria salute.

Biomeccanica e ciclismo: uno straordinario rapporto

Per biomeccanica si intende quella disciplina che studia le leggi della fisica applicate alla biologia umana. In questo modo si riescono a sviluppare capacità del ciclista in modo da migliorarne il posizionamento in sella per ridurre la possibilità che possano sorgere patologie e disturbi vari.

La figura del biomeccanico

Perché tutto questo sia possibile esiste la figura del biomeccanico. Anche se attualmente in Italia non esiste una vera e propria associazione di categoria, il biomeccanico è colui che si occupa del posizionamento in sella e di tutte le questioni affrontate dalla biomeccanica.

Molto spesso, in maniera rudimentale e inevitabilmente grossolana, tali questioni vengono affrontate e risolte da un meccanico, da qualcuno che ha praticato la disciplina o dal titolare del negozio di fiducia. In realtà, al di là delle lodevoli intenzioni e competenze di costoro, il ruolo del biomeccanico è molto delicato e andrebbe affidato a qualcuno che ha competenze complete in materia, qualcuno che abbia studiato fisioterapia, fisiatria, medicina dello sport e scienze motorie.

Il bike fit

Dopo aver visto di cosa si occupa la biomeccanica e chi se ne occupa, entrando nel merito della biomeccanica in questa guida alla materia e al posizionamento in sella, bisogna inevitabilmente parlare del bike fit. Questo non è altro che un protocollo di lavoro che permette al biomeccanico di comprendere qual è il posizionamento in sella migliore da parte del ciclista. Il posizionamento migliore è, in maniera sintetica, quello che permette al ciclista di mantenere la posizione in sella senza avvertire dolore o alcun tipo di fastidio.

La visita biomeccanica cui ci si sottopone per valutare il corretto posizionamento in sella prevede un colloquio preventivo tra il biomeccanico e l’atleta a cui seguono test di forza, posturali e di misurazione della flessibilità muscolare. Solo successivamente si passa all’analisi vera e propria della pedalata procedendo, nell’ordine, alla regolazione delle tacchette, della sella e del manubrio.

Fondamentalmente il posizionamento in sella interviene sui punti di contatto che ci sono tra l’atleta e la bicicletta. Questi sono cinque: i piedi sul pedale, il bacino sulla sella e le mani sul manubrio. Il cervello umano, tramite di essi, sa il lavoro che svolgono le articolazioni in ogni momento della pedalata in modo da mantenere l’equilibrio.

Il bike fit è una sorta di granello di sabbia in un ingranaggio perfetto e serve a comprende il tempo che il corpo necessita per acquisire la nuova posizione di equilibrio. Questo protocollo non serve a curare patologie, che vanno affrontate con gli standard medici dedicati, ma a migliorare la pedalata, aumentare la potenza ed evitare conseguentemente la formazione di problemi di ordine muscolare.

Per eseguire il bike fit, inoltre, il biomeccanico utilizza diversi software per l’analisi di dati, ma questi non possono e non devono sostituire la valutazione di un tecnico che verifica quei dati sul soggetto in questione. La visita biomeccanica va svolta con una certa regolarità in quanto il posizionamento in sella varia in base a diversi fattori e, cambiando, va regolato e verificato costantemente, specie se si utilizza spesso la bicicletta.

More Like This


Categorie


Bikelife

Add a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi