Come scegliere la tua prima bici da corsa

Comprare la prima bici da corsa non è una scelta facile. E’ necessario tenere in considerazione molti fattori, per evitare di fare una scelta affrettata e acquistare un modello poco adatto alle tue necessità. Per fortuna, negli ultimi anni i prezzi delle bici da corsa di si sono abbassati notevolmente. Non c’è più bisogno di spendere una piccola fortuna per portare a casa una bici di alta qualità. Nei centri dedicati, ma anche nei negozi specializzati come Bikester, è possibile trovare prodotti ottimi a prezzi accessibilissimi.

Quali sono le variabili da tenere in considerazione prima di scegliere la bici giusta per te? Innanzitutto, per iniziare bisogna decidere il budget da cui partire. A partire dalla cifra che hai intenzione di spendere, inizia a fare alcune ricerche sulle bici disponibili per quella fascia di prezzo. Dopotutto, una bici da corsa è un investimento e, come tutti gli investimenti, vale la pena di perdere del tempo per valutare tutte le diverse opzioni a tua disposizione.

Una delle caratteristiche più importanti da tenere in considerazione sono i materiali del telaio. I materiali di cui può essere composto sono diversi. I più usati sono acciaio, alluminio, titanio e fibra di carbonio. Nelle bici da corsa più economiche, il materiale più comune è l’alluminio. E’ economico, ed è particolarmente adatto perché permette di costruire telai leggeri ma resistenti.

L’acciaio era un materiale estremamente diffuso fino agli anni ’80. Rispetto all’alluminio, l’acciaio è più pesante, ma nei prodotti di qualità permette di costruire telai estremamente comodi. Oggigiorno l’acciaio viene utilizzato principalmente per le bici personalizzate o per quelle da turismo.

Il titanio unisce la resistenza dell’acciaio e la leggerezza dell’alluminio. E’ un materiale estremamente durevole. L’unico problema è che è difficile da lavorare, e quindi i telai di titanio sono più costosi rispetto agli altri.

Oggigiorno, il materiale più diffuso per le bici da corsa è la fibra di carbonio. In questo caso, la qualità è direttamente proporzionale al prezzo: il tipo di fibra utilizzata e la cura nella realizzazione fanno la differenza in un telaio economico e uno più costoso.

Quale materiale scegliere? Dipende dalle esigenze personali. Se non si ha un budget altissimo, bisognerà per forza accettare qualche compromesso. Cerca di capire qual è la caratteristica che più ti interessa in una bici da corsa (leggerezza, resistenza, comodità, manovrabilità) e scegli il materiale del telaio in relazione a questa.

Dopo aver deciso il materiale per il telaio, è il momento di passare alla taglia della tua bici da corsa. Si tratta di una caratteristica di importanza fondamentale. Bisogna evitare assolutamente di comprare una bici troppo piccola o troppo grande. Può essere però molto complicato, perché ognuno ha un fisico diverso e le bici, se non personalizzate, hanno misure standard. Il modo migliore è recarsi in un negozio e provare di persona i vari modelli. Una regola standard è quella di fare in modo che, stando in piedi, ci siano almeno un paio di centimetri di spazio fra te e il tubo superiore della bici. Altrimenti, vuol dire che il modello è troppo grande, ed è necessario passare a una misura più piccola.

Per i componenti invece il discorso è diverso. Il gruppo e le ruote sono variabili importantissime nella scelta di una bici, ma è sempre possibile sostituirli successivamente all’acquisto. Possono essere realizzati in alluminio o carbonio. Le ruote soprattutto sono fondamentali. Ruote a profilo medio o alto sono pensate soprattutto per ottenere la massima velocità (e danno un tocco in più all’estetica della bici); le ruote a basso profilo, invece, sono più leggere, e vanno bene in quasi tutte le situazioni.

More Like This


Categorie


Bikelife