Foratura bici? Kit riparazioni da viaggio

Quante volte, dopo aver inforcato la bicicletta e iniziato a pedalare, siamo stati costretti a fermarci per sistemare qualche problema al nostro mezzo di trasporto? Le rotture e i piccoli guasti sono sempre possibili, nonostante la bicicletta appaia come un mezzo piuttosto semplice. Tale possibilità si verifica sia a chi è un biker professionista e con chilometri di pedalate alle spalle (o sotto i piedi), sia per chi utilizza la bicicletta sporadicamente, magari nel fine settimana con gli amici o con i figli. Una soluzione, che tutti devono percorrere, è quella di dotarsi di un kit riparazioni da viaggio. Scopriamo di cosa si tratta.

Com’è fatto il kit riparazioni da viaggio per bici

In commercio esistono diversi kit riparazioni da viaggio già pronti, di diverso prezzo e, quindi, con diversi componenti. La scelta, in questi casi, dipende dal tipo di utilizzo che si fa della bicicletta, quanto frequentemente la si usa e quanto ci si allontana da casa e da un centro abitato. Se invece vogliamo organizzare da noi stessi un kit, scegliendo sia il numero che la tipologia degli strumenti da inserirvi, dobbiamo fare una distinzione: i kit riparazioni per i viaggi brevi e quelli per i viaggi lunghi.

Perché questa differenza? Perché, ovviamente, un utilizzo prolungato e su strade più irte e articolate, può generare problemi più complessi di una semplice foratura, per i quali avremo bisogno di strumenti specifici. Ecco quindi che un kit riparazioni da viaggio breve dovrebbe contenere tutto quello che serve a riparare la camera d’aria della ruota della bici. Gli strumenti sono: la pompa, una o due leve cacciagomma, il mastice, la cartavetro e le toppe. In aggiunta, per un set completo, si possono integrare anche un cacciavite e una o più chiavi a brugola.

Per i viaggi più lunghi, invece, si consiglia di munirsi di: pastiglie dei freni, cavo dei freni e del cambio, i lubrificanti, un raggio di riserva, la chiave per regolare il manubrio, una pinza, lo smagliacatene e alcuni stracci (o le salviette umide) per pulirsi le mani dopo aver lavorato sui componenti della bicicletta.

Un ulteriore precisazione va fatta sul tipo di bicicletta che si utilizza e su quelle che sono le proprie necessità, anche in base al percorso che si svolgerà. In questi casi si possono prevedere altri tipi di guasti e dotarsi dei relativi pezzi da portare al seguito. Ovviamente è fondamentale sapere poi come intervenire per ripristinare il funzionamento della bicicletta.

Manutenzione ordinaria e straordinaria

Oltre ad avere sempre con sé il kit riparazioni da viaggio, bisogna prendersi cura della propria bicicletta. Se il kit riparazioni può supplire gli interventi straordinari e improvvisi che si verificano durante il viaggio, non va mai trascurata la manutenzione ordinaria della propria bici. Sia che la si utilizzi regolarmente sia, a maggior ragione, solo sporadicamente, è indispensabile essere sicuri che tutto sia correttamente funzionante e che non ci siano componenti usurati o fermi da lungo tempo che possono compromettere l’integrità della bicicletta ma, soprattutto, la propria sicurezza quando si è in viaggio.

More Like This


Categorie


Bikelife


Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Informativa cookie se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Informativa cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi