In bici da Andria a Castel del Monte e percorso lungo l’Anello di Federico II

Castel del Monte non ospita ogni anno soltanto migliaia di turisti ma, da qualche tempo in qua, anche parecchi ciclisti a volte provenienti dalle aree limitrofe, altre volte da molto più lontano.

Andria infatti, in tempi relativamente recenti, ha finalmente conquistato un posto nella lista dei percorsi cicloturistici più  importanti dell’Alta Murgia e, perché no, d’Italia.

La ciclovia della Trifora

Tale traguardo merita un approfondimento, interessante soprattutto per chi, alla passione per lo sport, vorrebbe unire l’interesse per la natura, la bellezza ed il patrimonio storico, artistico e religioso del nostro paese.

Il percorso ciclabile che unisce le località di Jazzo Rosso e Castel del Monte passando per San Magno, prende il nome di “Ciclovia della trifora”. L’itinerario, ovviamente, è stato pensato non soltanto per venire incontro alle esigenze dei ciclisti che, nelle popolose città italiane, non sanno mai dove poter praticare un po’ di sport lontano dallo smog e dal traffico cittadino, ma anche per promuovere il cosiddetto cicloturismo in determinate aree della Puglia.

Il percorso, chiamato anche C01AM, è lungo poco più di una sessantina di chilometri, consta di ben 10 itinerari ed è stato inserito di recente anche nella lista delle ciclovie europee.

Piccola curiosità

Sapete come mai questo tragitto è stato ribattezzato “Ciclovia della Trifora“? Semplice: la trifora è un particolare tipo di finestra tripartita grazie all’impiego di colonnine molto in voga nelle architetture medievali. Castel del Monte ha un’unica trifora, rivolta proprio in direzione di Andria. Da qui, con l’idea di stabilire un ideale collegamento tra il monumento, la cittadina e la promozione del cicloturismo, il nome del percorso ciclabile.

A chi è destinato il percorso

Ovviamente ai ciclisti, ma sarebbe sin troppo semplice. Questo itinerario, ad essere più pignoli, è perfetto per chi ama sgambettare in bici (vanno bene sia le slow bike che le mountain bike e le bici da corsa), per chi vuole dedicarsi alle sue passioni pur avendo a disposizione poche ore settimanali e per chi non si stanca mai di esplorare l’Italia.

Per ulteriori dettagli relativi al percorso, è possibile collegarsi al sito del comune di Andria e scaricare il relativo file.

Gli itinerari

Gli itinerari percorribili e tutte le informazioni ad essi relative sono poi segnalati sul sito ciclomurgia.com. Tra essi particolare attenzione merita il percorso ribattezzato “Anello di Federico II” che conduce il  cicloturista nei luoghi della Murgia particolarmente amati dal grande monarca.

Su questi  percorsi si snodano diverse tappe di interesse religioso (chiese, cappellette, ecc.), storico ed architettonico culminanti proprio nel raggiungimento del meraviglioso Castel del Monte.

Qui gli intenditori, lo riporta anche il sito www.associazioneh1.it/ (associazione culturale da anni impegnati nella promozione e nella fruizione della storica struttura medievale), non potranno non scorgere un’architettura molto particolare che assomma in sé elementi provenienti dalla classicità, tipicamente gotici oppure ancora di evidente matrice araba.

Insomma: dopo aver sgambettato senza sosta per la Murgia non potrete, soprattutto se amate l’arte e la storia, che scendere dalla bici e rimanere con il naso all’insù per una buona trentina di minuti. Una volta che siete arrivati fin qui poi non lasciatevi sfuggire l’occasione di entrare a visitare il castello, magari accompagnati da una guida

More Like This


Categorie


Cicloturismo

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Informativa cookie se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Informativa cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi