La pista ciclabile del Naviglio Grande

Anche nella caotica e trafficata Milano è possibile godere di una passeggiata in bicicletta nel verde; la pista ciclabile che parte dal Naviglio Grande, infatti, consente di arrivare al fiume Ticino passando attraverso i paesaggi della campagna lombarda.

E’ possibile  scegliere il percorso in base al tempo disponibile, alla distanza da percorrere e al paesaggio che si desidera incontrare. L’itinerario, che parte dalla darsena del Naviglio Grande di Milano, ha una lunghezza complessiva di 20 km ed è facilmente percorribile anche dai cicloamatori.

Il Naviglio Grande, con una lunghezza di 50 km e 33 metri di dislivello, fu concepito come canale irriguo e navigabile e negli anni ha rivestito un ruolo molto importante per la città. Questo percorso, è un’affascinante testimonianza del passato, con la possibilità di vedere vecchie dimore e splendidi scenari naturali. Essendo un’alzaia, il percorso potrebbe essere pericoloso per i bambini ed è consentita una velocità massima di 15 chilometri orari.

Un percorso tra le memorie storiche lombarde

Il percorso inizia dalla Darsena di Milano; qui, lungo l’alzaia, il percorso è pianeggiante ed asfaltato e si possono trovare tutti i famosi locali della movida milanese. In questo e nel successivo tratto è bene prestare molta attenzione dal momento che la pista non è sempre dotata di parapetto e  non è ad uso esclusivo dei ciclisti.

Dopo aver superato la sede della Canottieri Olona e della Canottieri Milano, ha inizio la vera e propria pista. L’itinerario è piacevole e permette di godere della vista di alcune cascine lombarde; anche se alcune sono in stato di abbandono, altre sono ancora in uso ed è possibile acquistare prodotti locali.

Sia a Corsico che a Gaggiano è possibile rifornirsi di acqua alla Casa dell’acqua, dove sono presenti fontanelle di acqua pubblica molto fresca.  Superato Corsico si raggiunge Trezzano sul Naviglio; qui inizia il percorso ciclabile vero e proprio che corre parallelo alla tangenziale.

In soli 10 chilometri dalla Darsena di Milano, il punto di partenza del percorso, si arriva al ponte di Gaggiano che consente di attraversare e di raggiungere l’altro lato del Naviglio Grande. A Gaggiano si scorge Palazzo Marino, una delle più evidenti testimonianze della serie di ville e residenze costruite dalla nobiltà in campagna.

Itinerario verso Oleggio o verso Bereguardo

Con poche pedalate si raggiunge Castelletto, alle porte di Abbiategrasso; qui il paesaggio è molto affascinante. E’ possibile vedere la cinquecentesca villa Visconti Maineri e, sul lato opposto del fiume, villa Krentzlin e la statua di S. Carlo.

In questo tratto del percorso, il Naviglio si divide ed è possibile scegliere se continuare il percorso verso Oleggio o verso Berenguardo. Risalendo il Naviglio, a destra, sarà possibile raggiungere Oleggio; se si sceglie la direzione a sinistra, seguendo invece la corrente, si raggiungerà Bereguardo.

Dopo qualche chilometro di strade poco trafficate, sarà possibile arrivare nei pressi del ponte di barche presente sul fiume. Costruito a fine Ottocento come opera provvisoria, il ponticino è sopravvissuto alle due guerre mondiali.

More Like This


Categorie


Bikelife

Add a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi